Benevento - Carpi è la finale dei playoff per la promozione in Serie A.

Calcio

La finale dei play-off di Serie B da cui scaturirà la terza ed ultima promossa in Serie A, la quale andrà a tenere compagnia a Spal e Verona, vedrà di fronte il Benevento di Baroni e il Carpi di Castori. Senza dubbio non è la finale che ci si aspettava alla fine della stagione regolare, ma il calcio insegna che i pronostici sono fatti non solo per essere rispettati, ma anche per essere smentiti.

La finale tra campani ed emiliani non si giocherà in una partita secca, ma si svilupperà nell'arco di 180 minuti. Il match di andata, come da regolamento, si giocherà sul campo del Carpi, perchè il Benevento può far valere la miglior posizione nella classifica finale di Serie B e quindi si è guadagnato il diritto di giocare il ritorno tra le mura amiche. I campani sono infatti arrivati quinti in campionato, mentre il Carpi è giunto settimo. Già solo questi due ultimi dati fanno capire come le favorite per giungere alla finale play-off fossero altre squadre, prima fra tutte il Frosinone, che però non è stato capace di superare il duro ostacolo costituito dagli uomini di Castori, che potrebbero riuscire a tornare in massima serie dopo un solo anno di cadetteria. Per il Benevento invece, in caso di vittoria in questa finale play-off si tratterebbe della prima storica promozione in Serie A. Regolamento dei play-off alla mano, in caso di pareggio in entrambi i match, si guarderà la differenza reti nelle due partite e nel caso in cui nemmeno questo parametro dovesse risultare quello utile per proclamare la squadra promossa in A si guarderà la posizione ottenuta alla fine del campionato. Questo fa capire come il Benevento parta leggermente favorito.

Il match di andata si giocherà domenica 4 giugno alle 20:30 in quel di Carpi, mentre il match di ritorno in Campania è previsto in data 8 giugno, con fischio di inizio sempre alle ore 20:30. Guardando i precedenti tra le due compagini e fermandosi a quelli di questo campionato, il Benevento può essere moderatamente ottimista, visto che all'andata, giocata a Carpi, ha ottenuto un pareggio, mentre al ritorno si è imposto con un secco 3 a 0. Tuttavia il Carpi ha dato dimostrazione in questi play-off di poter davvero centrare il bersaglio della A, quindi la squadra di Baroni dovrà prestare grande attenzione.

Andando a dare uno sguardo alle formazioni che scenderanno in campo, va primariamente detto che entrambe devono fare i conti con assenze pesanti. Il Carpi ha fatto l'impresa contro il Frosinone, ma l'ha pagata decisamente a caro prezzo. Il primo a non essere presente nel match di andata contro il Benevento sarà il condottiero degli emiliani: Fabrizio Castori è infatti stato squalificato per un turno dal Giudice Sportivo in seguito all'espulsione rimediata nel concitato finale contro i ciociari. Stessa identica sorte per il suo vice, Giandomenico Costi. Inoltre, guardando al campo, il Carpi dovrà fare a meno di Struna e Gagliolo, che sono stati espulsi nel match del Matusa e quindi sono stati squalificati. Sarà invece regolarmente convocabile e sicuramente titolare Jerry Mbakogu, che non è stato appiedato dal Giudice Sportivo per i gesti antisportivi rivolti ai tifosi del Frosinone. Il motivo sta nel fatto che l'arbitro non ha messo a referto quanto avvenuto e non è stata utilizzata la prova tv. Nel Benevento che affronterà il Carpi non ci sarà invece Puscas, vero e proprio eroe della semifinale di ritorno contro il Perugia con il goal del vantaggio che ha praticamente chiuso ogni discorso. Tuttavia Baroni può comunque guardare con fiducia al match in terra emiliana, visto che potrà nuovamente contare sull'apporto di Ciciretti e Ceravolo: due dei pilastri della formazione campana hanno ormai smaltito gli infortuni patiti all'inizio di questi play-off e sono pronti a dare il proprio contributo per riuscire a raggiungere la Serie A, obiettivo che all'inizio della stagione sembrava decisamente impensabile per quella che tecnicamente era ed è una matricola della Serie B.

Entrambi i match saranno trasmessi in diretta da Sky, che come è noto ha l'esclusiva per quanto riguarda la serie cadetta, che quest'anno è stata decisamente sorprendente.

Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita