Play Off di Serie C, un solo posto per la promozione in B.

Calcio

Mentre la maggior parte dei tifosi italiani attende con trepidazione la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, che si svolgerà a Cardiff nella giornata del 3 giugno, vi sono alcuni tifosi che stanno fremendo per scoprire se la propria squadra riuscirà ad aggiudicarsi l'ultimo posto utile per salire in Serie B. 

In Lega Pro si è infatti entrati nella fase decisiva, quella dei play-off, al termine dei quali solo una delle otto squadre coinvolte potrà festeggiare la salita nella serie cadetta. I play off da quest'anno hanno una nuova formula. Le vincenti dei quarti di finale, che si giocheranno nell'arco dei 180 minuti, si ritroveranno a Firenze, dove nel giro di pochi giorni andranno in scena le due semifinali e la finale, tutte gare che si decideranno invece nell'arco di 90 minuti di gioco. Ma quali sono gli accoppiamenti dei quarti di finale di questi play-off di Lega Pro, che destano decisamente interesse anche da parte dei tifosi non direttamente coinvolti?

Il quadro dei quarti di finale di questi play-off è aperto dal match tra Livorno e Reggiana. Questo derby del centro Italia è decisamente interessante e senza dubbio è uno dei match di più difficile lettura tra i quattro che compongono questi quarti di finale. Foscarini, che dopo gli anni al Cittadella è passato al Livorno per una nuova sfida, non ha brillato come tifosi e dirigenza si aspettavano e i toscani hanno decisamente faticato durante tutto l'anno e anche nei primi turni dei play-off. Tuttavia esperienze recenti come quella del Carpi, che in Serie B ha acciuffato i play-off per il rotto della cuffia e ora si ritrova in finale per centrare la Serie A, insegnano che vi sono formazioni che cominciano a giocare quando la posta in palio si alza decisamente. Il match si presenta equilibrato perchè anche la Reggiana, che è un po'l'outsider in questi play-off, ha faticato più del previsto nei turni precedenti, dove Feralpisalà e Juve Stabia sono state superate con decisamente troppi affanni rispetto ai pronostici iniziali.

La vincente del confronto tra Livorno e Reggiana, la cui andata si giocherà a Livorno, incontrerà la vincente di quello che è il match più interessante di questi play-off, ovvero quello tra Lecce e Alessandria. Il match d'andata tra salentini e piemontesi si giocherà in Puglia. Entrambe le formazioni erano le grandi favorite per la vittoria nei rispettivi gironi, ma le cose sono andate in modo decisamente diverso. Il Lecce si è visto soffiare la promozione diretta dal Foggia, mentre l'Alessandria ha dominato per lungo tempo il proprio girone, per poi avere un crollo verticale nella seconda parte di stagione, con conseguente sorpasso della Cremonese ed esonero di Braglia. Questo match sancirà per una delle due formazioni l'uscita di scena dalla corsa per la Serie B e il dover fare i conti con un fallimento oggettivo della stagione, considerando le ambizioni di inizio anno. Il Lecce è infatti al quinto tentativo in altrettanti anni di promozione in cadetteria, mentre l'Alessandria è ormai da tre anni che prova il grande salto, fallendo sempre l'obiettivo. In questo match saranno due gli ex, visto che Vitofrancesco e Marconi l'anno scorso giocavano nelle fila dei piemontesi.

Mentre il match tra Livorno e Reggiana inizierà alle 18:30, quello tra Lecce e Alessandria prenderà il via alle 20:30, così come i restanti due match, ovvero quello tra Pordenone e Cosenza e quello tra Parma e Lucchese. Il match tra la squadra friulana e quella calabrese è senza dubbio interessante, perchè mette di fronte una squadra del profondo nord ed una del profondo sud. Il Pordenone è una vera e propria macchina da goal e parte favorito nei confronti del Cosenza, anche considerando che sono ormai alcuni anni che la società sta lavorando per riuscire a fare il salto di categoria. Il Pordenone ha diversi uomini abituati a sfide di questo tipo e senza dubbio cercherà di sfruttare l'andata, che si giocherà al Bottechia, che è tutto esaurito e che ospiterà anche 300 tifosi calabresi. Il Cosenza, come detto, non parte con i favori del pronostico, ma dopo aver eliminato nei turni precedenti la Paganese e soprattutto il Matera, che era dato come sicuro protagonista di questi play-off, può sicuramente sognare l'impresa e l'approdo alle "final four" di Firenze, dove potrebbe incontrare la vincente del match tra il Parma e la Lucchese.

E a proposito del match tra Parma e Lucchese, anche il calcio di inizio di quest'altro quarto di finale che vede il Parma come nettamente favorito, sarà alle 20:30. Il Parma arriva a questo match dopo aver battuto il Piacenza nel turno precedente. Ora i ragazzi di Roberto D'Aversa sono chiamati a superare anche l'ostacolo costituito dai toscani per continuare a sognare quella che sarebbe la seconda promozione consecutiva per i ducali, che li riporterebbe vicini al calcio che conta. La Lucchese ha invece battuto Arezzo ed Albinoleffe nei due turni di play-off che ha fin qui disputato e punta ad essere la sorpresa di questi quarti di finale. Tuttavia i precedenti al Tardini, dove si gioca questo match di andata, non sono per nulla positivi per i toscani, oggi allenati da Lopez: in 8 match hanno vinto soltanto in una occasione, ovvero nell'ormai lontanissimo 1947, quando il Parma venne sconfitto di misura, perdendo per 1 a 0.

Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita