Tutto il mercato del nuovo Milan, con il destino di Donnarumma incerto per il rinnovo!

Calcio

Un mercato in grande fermento

I tifosi del Milan hanno di che rallegrarsi, con un mercato che finalmente è tornato ad essere quello degno di una squadra con la storia ed il blasone dei rossoneri, ma anche di che preoccuparsi, considerata la vicenda Donnarumma che negli ultimi giorni è stata anche quella che ha tenuto maggiormente banco in casa rossonera. Ma partiamo dal mercato in entrata, che dopo anni di stasi e colpi low cost, sta dando finalmente la possibilità ai tifosi del Diavolo di poter sognare in grande e di pensare concretamente ad una squadra capace di affermarsi come protagonista sia in Italia che in Europa. Mirabelli, Fassone e Montella stanno costruendo una squadra competitiva, basata sull'ossatura dello scorso anno ed intenzionata a seguire il discorso giovani già inaugurato all'inizio della stagione passata, ma anche su alcuni innesti di valore. Il nuovo Milan di Yonghong Li ha cominciato nel migliore dei modi il dopo Berlusconi, ufficializzando subito una serie di ottimi colpi in entrata: i difensori Mateo Musacchio e Ricardo Rodriguez, il centrocampista ex Atalanta Franck Kessié e l'attaccante proveniente dal Porto André Silva. Proprio quest'ultimo, giovane centravanti che ha già saputo guadagnarsi un posto da titolare nel Portogallo di Cristiano Ronaldo, è il secondo acquisto più oneroso nella storia del Milan dopo Manuel Rui Costa. André Silva è un attaccante in grado di unire una buona tecnica di base ad una discreta padronanza atletica. Nato nel 1995, il portoghese ha siglato 16 gol nello scorso campionato portoghese, consacrandosi come uno dei giocatori più promettenti del panorama europeo. Al portoghese sono stati affiancati altri nomi di spessore come Franck Kessié, centrocampista di soli 21 anni reduce da una stagione sontuosa tra le file dell'Atalanta. Il giovane ivoriano ha saputo farsi apprezzare per le sue spiccate doti da incontrista e per le sue qualità tecniche e fisiche. Dotato di grande corsa e di un buon tiro, è un centrocampista eclettico, che difende ma che sa anche segnare, come dimostrano le 6 marcature collezionate nella stagione appena conclusa.

I colpi in arrivo

Malgrado l'arrivo di André Silva, il nuovo Milan cinese non ha alcuna intenzione di fermarsi qua. Il grande sogno dei rossoneri, infatti, si chiama Andrea Belotti, centravanti e uomo simbolo del Torino di Urbano Cairo, che continua a sparare alto e a confermare la volontà di lasciar partire il giocatore soltanto in cambio di un'offerta non inferiore ai 100 milioni di euro. Per ora la pista sembra congelata, ma il calcio mercato è solo agli inizi e le operazioni più importanti verranno concluse soltanto a luglio inoltrato. Altro nome caldo sembra essere quello di Samir Nasri, calciatore francese classe '87 sempre più destinato a lasciare la sua attuale squadra, il Manchester City di Pep Guardiola. L'acquisto di Nasri consegnerebbe a Montella un'ottima alternativa a centrocampo, considerata la propensione del francese a ricoprire più ruoli, compreso quello di ala, oltre che di trequartista ed interno di centrocampo. Tuttavia, le priorità di Montella in queste ore sono altre e si chiamano Biglia e Conti. Il centrocampista argentino in forza alla Lazio è l'obiettivo numero uno del Milan per il centrocampo. L'accordo sembra vicinissimo, malgrado le rimostranze di Lotito nel far partire il centrocampista. Lucas Biglia è un regista dotato di qualità tecniche e tattiche notevoli, oltre che di una visione di gioco in grado di colmare un gap con il quale Montella ha dovuto fare i conti per tutto l'anno, alternando nel cuore del centrocampo giocatori come Pasalic e José Sosa, che malgrado le prestazioni spesso sufficienti, hanno fatto rimpiangere e non poco l'assenza di Riccardo Montolivo. Andrea Conti è l'altro grande obiettivo dei rossoneri per il reparto arretrato. Il ragazzo classe 1994 può essere impiegato come terzino e fra le sue doti ha una grande resistenza fisica, un'ottima capacità di corsa e di inserimento ed un buon fiuto per il gol. Sono state ben 8 le sue marcature nella scorsa stagione.

Donnarumma è destinato a partire oppure no?

In casa Milan continua a tener banco il caso Donnarumma. La proposta di rinnovo di contratto avanzata dai vertici del Milan è stata rifiutata da Donnarumma e dal suo manager Raiola, che avrebbe addirittura riferito di comportamenti inopportuni tenuti dalla società rossonera. Malgrado qualche timida voce su un eventuale ripensamento da parte del giocatore, in casa Milan si fanno già i nomi per il sostituto di Donnarumma, che a meno di clamorose sorprese sembrerebbe destinato a partire, direzione Real Madrid o Juventus. L'erede del talento scoperto da Mihajlovic potrebbe essere uno fra Perin del Genoa, Trapp del PSG e Rui Patricio, attualmente in forza allo Sporting Lisbona. Il nome più caldo dei tre sembrerebbe quello di Mattia Perin, portiere classe '92 del Genoa. Paragonato ad alcuni dei più grandi interpreti del ruolo, l'evoluzione di Perin negli ultimi tempi è stata spesso bloccata dagli infortuni, l'ultimo dei quali occorsogli l'8 gennaio del 2017. Altri nomi possibili sembrano quelli di Neto, valutato dalla Juventus 10 milioni di euro e sul quale si è fiondato anche il Napoli, e quello di Wojciech Szczesny, altro nome in orbita Juve.

Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita