JUVENTUS - INTER: la grande sfida del Derby d'Italia al profumo di scudetto...

Scritto il 4 Dicembre 2017 da Gianni Salonna
Calcio

Sarà Juve-Inter da scudetto

Juve-Inter sarà una sfida importante per la lotta scudetto. È questo il verdetto della 15.a giornata di Serie A 2017-2018 che ha riportato dopo tanto tempo i nerazzurri in vetta, seppur momentaneamente, al massimo campionato di calcio nostrano. Il lungo weekend di questo turno spezzettato ha avuto inizio con due anticipi del venerdì. Nel tardo pomeriggio la Roma di Eusebio Di Francesco è tornata ad incassare tre punti battendo tra le mura amiche la Spal: per i giallorossi partita in discesa dopo pochi minuti, con gli ospiti rimasti in 10 uomini per un’espulsione assai discussa dalla dirigenza ferrarese. È tornato al gol anche Edin Dzeko, mentre la Var è stata di nuovo protagonista con alcune decisioni abbastanza discusse. Nulla di nuovo sotto il sole, insomma.

Il big match del San Paolo, invece, ha visto i campioni d’Italia della Juventus tornare a vincere in trasferta contro il Napoli. A decidere la gara, manco a dirlo, un gol dell’ex Higuain, sceso in campo con un tutore al braccio in seguito all’operazione alla mano che aveva rischiato di impedirne addirittura l’impiego. Nonostante un’evidente supremazia territoriale dei partenopei, alla cinica Juventus è bastato un gol del ‘Pipita’ per fare bottino pieno. Non saranno bellissimi da vedere, ma i bianconeri hanno un punto in più dell’anno scorso, hanno segnato più gol e subito solo una rete in più rispetto allo stesso periodo di 12 mesi fa.

Benevento-Milan: Brignoli superstar

Dopo il pari di sabato sera tra Torino e Atalanta (a N’Koulou ha risposto Ilicic), la domenica ha visto quale protagonista assoluto Alberto Brignoli, portiere del Benevento che con il suo gol al 95’ ha consentito alla sua squadra di conquistare il primo e storico punto in Serie A. Ne fa le spese il Milan che per la prima volta aveva in panchina Gennaro Gattuso. I rossoneri hanno messo in campo impegno e cuore, ma si è vista più che altro tanta confusione, tale da consentire al Benevento, che fin qui aveva perso tutte e 14 le precedenti gare, di trovare il primo pari stagionale (2-2 il punteggio finale). Per ‘Ringhio’, la strada è in salita e checché ne dica la dirigenza, conquistare un posto in Champions League è ad oggi un’impresa titanica.

Inter da primato

Tutto facile per l’Inter di Luciano Spalletti, che rifila una “manita” al Chievo Verona di Rolando Maran. Tripletta per Ivan Perisic e gol di Icardi e Skriniar per i nerazzurri, che al triplice fischio finale salutano il pubblico di San Siro con tre punti ma soprattutto con la vetta della Serie A. L’Inter dopo 15 giornate ha un punto in più del Napoli e due in più della Juventus, che sarà la prossima avversaria. Sabato 9 dicembre alle 20:45, dunque, andrà in scena all’Allianz Stadium di Torino un derby d’Italia che sa di scudetto.

 

Da diverse stagioni ormai la sfida non aveva un’importanza tale: con Torino saranno collegate le TV di tutto il mondo e sull’arbitro, come sulla Var, saranno puntati gli occhi dell’Italia intera. Come spesso accade quando nerazzurri e bianconeri si sfidano per il vertice, gli episodi saranno passati sotto la lente di ingrandimento, perché le polemiche sono sempre dietro l’angolo. Con una vittoria nel fortino della Signora, l’Inter potrebbe allungare e dare uno strappo al campionato, ma se dovesse vincere la squadra di Allegri - Napoli permettendo - potrebbe riconquistare la vetta e quando i bianconeri sono davanti a tutti, solitamente partono in allungo solitario…Sarà Juve-Inter da scudetto

Juve-Inter sarà una sfida importante per la lotta scudetto. È questo il verdetto della 15.a giornata di Serie A 2017-2018 che ha riportato dopo tanto tempo i nerazzurri in vetta, seppur momentaneamente, al massimo campionato di calcio nostrano. Il lungo weekend di questo turno spezzettato ha avuto inizio con due anticipi del venerdì. Nel tardo pomeriggio la Roma di Eusebio Di Francesco è tornata ad incassare tre punti battendo tra le mura amiche la Spal: per i giallorossi partita in discesa dopo pochi minuti, con gli ospiti rimasti in 10 uomini per un’espulsione assai discussa dalla dirigenza ferrarese. È tornato al gol anche Edin Dzeko, mentre la Var è stata di nuovo protagonista con alcune decisioni abbastanza discusse. Nulla di nuovo sotto il sole, insomma.

Il big match del San Paolo, invece, ha visto i campioni d’Italia della Juventus tornare a vincere in trasferta contro il Napoli. A decidere la gara, manco a dirlo, un gol dell’ex Higuain, sceso in campo con un tutore al braccio in seguito all’operazione alla mano che aveva rischiato di impedirne addirittura l’impiego. Nonostante un’evidente supremazia territoriale dei partenopei, alla cinica Juventus è bastato un gol del ‘Pipita’ per fare bottino pieno. Non saranno bellissimi da vedere, ma i bianconeri hanno un punto in più dell’anno scorso, hanno segnato più gol e subito solo una rete in più rispetto allo stesso periodo di 12 mesi fa.

Benevento-Milan: Brignoli superstar

Dopo il pari di sabato sera tra Torino e Atalanta (a N’Koulou ha risposto Ilicic), la domenica ha visto quale protagonista assoluto Alberto Brignoli, portiere del Benevento che con il suo gol al 95’ ha consentito alla sua squadra di conquistare il primo e storico punto in Serie A. Ne fa le spese il Milan che per la prima volta aveva in panchina Gennaro Gattuso. I rossoneri hanno messo in campo impegno e cuore, ma si è vista più che altro tanta confusione, tale da consentire al Benevento, che fin qui aveva perso tutte e 14 le precedenti gare, di trovare il primo pari stagionale (2-2 il punteggio finale). Per ‘Ringhio’, la strada è in salita e checché ne dica la dirigenza, conquistare un posto in Champions League è ad oggi un’impresa titanica.

Inter da primato

Tutto facile per l’Inter di Luciano Spalletti, che rifila una “manita” al Chievo Verona di Rolando Maran. Tripletta per Ivan Perisic e gol di Icardi e Skriniar per i nerazzurri, che al triplice fischio finale salutano il pubblico di San Siro con tre punti ma soprattutto con la vetta della Serie A. L’Inter dopo 15 giornate ha un punto in più del Napoli e due in più della Juventus, che sarà la prossima avversaria. Sabato 9 dicembre alle 20:45, dunque, andrà in scena all’Allianz Stadium di Torino un derby d’Italia che sa di scudetto.

Da diverse stagioni ormai la sfida non aveva un’importanza tale: con Torino saranno collegate le TV di tutto il mondo e sull’arbitro, come sulla Var, saranno puntati gli occhi dell’Italia intera. Come spesso accade quando nerazzurri e bianconeri si sfidano per il vertice, gli episodi saranno passati sotto la lente di ingrandimento, perché le polemiche sono sempre dietro l’angolo. Con una vittoria nel fortino della Signora, l’Inter potrebbe allungare e dare uno strappo al campionato, ma se dovesse vincere la squadra di Allegri - Napoli permettendo - potrebbe riconquistare la vetta e quando i bianconeri sono davanti a tutti, solitamente partono in allungo solitario…  

SportGuide.it
Scritto da Gianni Salonna

Spinto dalla forte passione per il calcio, ma anche per gli altri sport, scrivo ormai da anni articoli sul calcio, volley, basket e altre discipline sportive.
Appassionato anche dal mondo delle scommesse propongo ogni giorno, all'interno del sito SportGuide.it, pronostici per scommesse studiati dopo un accurata analisi delle partite che si disputeranno.


Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita