Milan: tutti in piedi per il Gattusismo

Scritto il 26 Febbraio 2018 da Gianni Salonna
Calcio

Milan: tutti in piedi per il Gattusismo

Il Milan vince il posticipo della 26.a giornata di Serie A battendo la Roma ed ora tutti celebrano il “gattusismo”. Gennaro Gattuso, dopo un inizio abbastanza difficile sulla panchina del Milan, sembra aver trovato il bandolo della matassa e ora i rossoneri si candidano seriamente ad un posto in Champions League. Considerato che Roma e Inter sembrano essere in crisi, il ‘Diavolo’ può davvero rientrare nella lotta per un posto d’onore in Europa e il merito è soprattutto del suo nuovo tecnico. L’ex centrocampista ha impiegato un po’ ad adattarsi alla nuova realtà e alle pressioni tipiche per chi siede sulla panchina del club milanese.

A chi gli parla di “gattusismo”, termine coniato per fare rima con il cosiddetto “guardiolismo”, il tecnico del Milan risponde con un sorriso sarcastico, ma ci tiene a sottolineare l’importante lavoro svolto soprattutto a livello difensivo. ‘Ringhio’ ha lavorato tanto sul pacchetto arretrato e in generale su tutti i movimenti della squadra in fase difensiva. Non farà spettacolo la sua squadra, ma è “maledettamente” solida e cinica in fase di ripartenza. Tutto il contrario di quanto avveniva con Vincenzo Montella, con una gestione difensiva molto allegra e che a quanto pare il tecnico campano sta confermando anche in Spagna (tre manite subite nel giro di poche settimane). Dal momento più basso della storia recente, ossia la beffa di Benevento, ne è passata di acqua sotto i ponti e ora il Milan si appresta ad affrontare con rinnovato ottimismo due impegni assai gravosi in programma nella settimana. La vittoria di domenica sera contro la Roma, arrivata con il più classico dei punteggi e in virtù delle reti di Cutrone e Calabria, ha innalzato l’autostima di Bonucci e soci, che ora vogliono prima di tutto la finale di Coppa Italia.

Lazio-Milan, semifinale di ritorno Coppa Italia

Mercoledì sera, allo stadio Olimpico di Roma, il ‘Diavolo’ vuole tentate di violare la capitale per la seconda volta nel giro di pochi giorni. Dopo aver battuto la Lazio di Inzaghi in campionato, nel match dell’andata Gattuso e i suoi non sono andati oltre lo 0-0. Si deciderà tutto nel “secondo tempo”, insomma, ossia nella semifinale di ritorno che si giocherà il 28 febbraio alle 20:45. La conquista della Coppa Italia rappresenta una scorciatoia per un posto in Europa nella stagione 2018-2019, ragion per cui il club milanese metterà in campo anima e corpo per tentare l’accesso all’ultimo atto, che si giocherà sempre a Roma contro la vincente tra Juventus e Atalanta.

Gattusismo contro spallettismo

 

A partire da giovedì, poi, Donnarumma e soci cominceranno a pensare al derby di Milano. Domenica sera, alle 20:45 andrà in scena la stracittadina che vede i rapporti di forza sostanzialmente ribaltati rispetto all’andata. Allora, i nerazzurri arrivarono all’appuntamento da favoriti e seppur a fatica ebbero la meglio per 3-2. Oggi il Milan sta notevolmente meglio dell’Inter, che è tornato alla vittoria contro il Benevento, ma al termine di una gara molto sofferta e probabilmente condizionata da qualche episodio dubbio che nemmeno il Var è riuscito a correggere. Insomma, il derby sarà l’esame finale per entrambe le compagini, con il “gattusismo” in netta ascesa e lo “spallettismo” che sembra essere in calo netto ormai da mesi.  

SportGuide.it
Scritto da Gianni Salonna

Spinto dalla forte passione per il calcio, ma anche per gli altri sport, scrivo ormai da anni articoli sul calcio, volley, basket e altre discipline sportive.
Appassionato anche dal mondo delle scommesse propongo ogni giorno, all'interno del sito SportGuide.it, pronostici per scommesse studiati dopo un accurata analisi delle partite che si disputeranno.


Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita