Verso Juventus-Milan: come ci arrivano Allegri e Gattuso

Scritto il 26 Marzo 2018 da Gianni Salonna
Calcio

Verso Juventus-Milan: come ci arrivano Allegri e Gattuso

È iniziata la marcia di avvicinamento a Juventus-Milan, match della 30.a giornata di Serie A che si giocherà in anticipo sabato 31 marzo alle 20:45. Sarà come al solito un grande classico per il calcio italiano e viste le vicende delle ultime settimane prima della sosta per le nazionali, sarà anche una sfida molto importante per la classifica. La Juve, che ha perso due punti a Ferrara con la Spal, non può permettersi altri passi falsi, altrimenti rischierebbe di farsi riprendere dal Napoli. Il Milan, dal canto suo, ha compiuto una grande rimonta in chiave Champions e tre punti contro i campioni d’Italia potrebbero rappresentare un viatico decisivo per rientrare nell’Europa che conta dalla porta principale.

La Juventus arriva all’appuntamento con Massimiliano Allegri carico per la Panchina d’oro appena conquistata, ma non ha ancora contezza di quali e quanti giocatori riuscirà a recuperare tra quelli in infermeria. Bernardeschi e Cuadrado saranno sicuramente indisponibili, mentre sono da verificare le condizioni di Alex Sandro e Chiellini, che hanno lasciato anzitempo i ritiri delle rispettive nazionali per rientrare a Vinovo. L’impressione è che il difensore toscano potrebbe essere recuperato, il brasiliano no, ma l’ultima decisione spetterà al mister bianconero, considerato che dopo tre giorni i campioni d’Italia dovranno vedersela con il Real Madrid nell’andata dei quarti di Champion League. Tutto ok per Sami Khedira, che dopo una botta rimediata in Germania-Spagna, è tornato a correre regolarmente.

Juventus-Milan: gara speciale per Bonucci

Per saperne di più sulle formazioni, occorrerà però attendere il rientro di tutti i nazionali, visto che entrambi i club ne hanno davvero tanti. Sarà una partita particolare anche per i diversi ex che scenderanno in campo sabato sera all’Allianz Stadium di Torino, su tutti Leonardo Bonucci, che dopo 7 anni in bianconero, si presenterà nella sua ex casa come capitano del ‘Diavolo’.

"Più emozionante giocare a Wembley contro l’Inghilterra o a Torino contro la Juventus? La risposta è scontata - ha dichiarato dal ritiro della nazionale italiana il numero 19 rossonero - . Ho passato 7 anni bellissimi alla Juve e ho vinto tanto. Non è una gara paragonabile alle altre, la mie esperienza in bianconero resterà sempre dentro di me, anche perché mi ha fatto diventare quello che sono oggi. Le strade poi si sono divise ma sabato sarò contento di rivedere tanti amici ai quali ho voluto bene, sarà una giornata particolare sabato, così come anche domani".

Gattuso carico dopo il rinnovo col Milan

Sarà una gara particolare anche per Gennaro Gattuso, il tecnico della rimonta: dopo un inizio difficile, ‘Ringhio’ ha conquistato tutti risalendo la china in classifica e ricostituendo il “dna Milan”. È per questo che la dirigenza rossonera, che pure in questi giorni non se la sta passando benissimo a leggere le indiscrezioni giornalistiche, ha deciso di rinnovargli il contratto. Manca ancora l’annuncio ufficiale (dovrebbe arrivare tra mercoledì e giovedì), l’intesa è già stata raggiunta sulla base di un contratto triennale da 2 milioni di euro l’anno. Una bella soddisfazione per Gattuso, che quando ha accettato di guidare la primavera del Milan ha firmato un contratto da 120mila euro l’anno. Juventus-Milan cade a fagiolo per lui: nell’importantissimo match dell’Allianz Stadium ha la possibilità di confermare la crescita anche personale di questa stagione, salendo di diritto nell’Olimpo dei migliori tecnici italiani.

SportGuide.it
Scritto da Gianni Salonna

Spinto dalla forte passione per il calcio, ma anche per gli altri sport, scrivo ormai da anni articoli sul calcio, volley, basket e altre discipline sportive.
Appassionato anche dal mondo delle scommesse propongo ogni giorno, all'interno del sito SportGuide.it, pronostici per scommesse studiati dopo un accurata analisi delle partite che si disputeranno.


Avviso: il gioco è vietato ai minori di 18 anni – può causare dipendenza       gioco responsabile   |  probabilità di vincita